Codice Comportamentale

La nostra associazione sportiva promuove e supporta un codice di comportamento che interessa tutti coloro che prendono parte alla nostra attività: giocatori, genitori, allenatori e pubblico.
Il codice di comportamento contiene i nostri valori di riferimento, che sono valori condivisi nel mondo sano del calcio e riteniamo debbano essere i valori di ogni ambiente sportivo.
Chi viene al campo e in Società, a qualsiasi titolo, è tenuto a rispettare, praticare e promuovere le norme del nostro codice di comportamento.

Di seguito pubblichiamo integralmente il nostro Codice di Comportamento.

PER I GIOCATORI

* In ogni occasione, prima e dopo le attività, le borse con l’abbigliamento e le attrezzature sportive dovranno sempre essere riposte ordinatamente in fila unica per tutta la Squadra con la numerazione rivolta all’esterno in modo che sia leggibile.
* La borsa è la vostra, i giocatori siete voi e pertanto dovete avere cura di prepararla da soli con tutto quello che occorre per l’allenamento e la partita. Se anche dovesse capitare che la prepari un genitore, ricordate sempre di controllare che ci sia tutto quello che serve. La borsa è la vostra anche prima e dopo l’allenamento e la partita, per cui dovete essere voi a portarla e non i vostri genitori.
* La doccia dopo gli allenamenti e le partite è obbligatoria. Oltre ad essere importante per la vostra salute e pulizia è l’occasione in cui si condivide Io spogliatoio coi compagni e si costruisce la Squadra.
* Accettate le decisioni deII’Arbitro e lasciate che siano il vostro capitano o il vostro Allenatore a chiedergli spiegazioni. Anche l’Arbitro, come voi, può sbagliare e non è in malafede. Facilmente invece è in malafede chi accusa l’Arbitro di esserlo.
* Giocate tranquillamente, senza mai perdere la calma.
* Fate sempre del vostro meglio e impegnatevi nel gioco per la vostra Squadra e per la vostra Società.
* Siate “buoni sportivi”, applaudite il bel gioco sia della vostra Squadra che degli avversari.
* Rispettate i vostri avversari. Trattate gli altri giocatori come vorreste essere trattati voi.
* Non fate i prepotenti e non approfittatevi di nessun giocatore sia esso un vostro compagno o un avversario
* Il calcio è uno sport di Squadra e quindi cercate sempre di collaborare con il vostro Allenatore, i compagni di Squadra e le altre persone della vostra Società.
* Ricordate che gli scopi del gioco sono divertirsi, migliorare le proprie capacità e sentirsi bene.
* Alla fine di ogni partita ringraziate gli avversari e l’Arbitro.
* Giocate con decisione, ma con correttezza, senza l’intenzione di fare del male ai vostri avversari.
* Vincere e perdere fanno parte dello sport: vincete con umiltà e perdete con dignità. I vincenti trovano una soluzione I perdenti trovano una scusa.
* Dato che il calcio è un gioco di Squadra, tenete sempre presente che tutti i giocatori sono ugualmente importanti. Uno o pochi non bastano.

PER I GENITORI

* Incoraggiate i vostri figli a giocare sempre secondo le regole.
* Insegnate a vostro figlio che un tentativo onesto è importante quanto una vittoria, in modo che il risultato venga accettato senza delusioni.
* Aiutate i bambini a Iavorare per migliorare le proprie capacità e per diventare dei buoni sportivi.
* Date il buon esempio applaudendo il bel gioco di entrambe le squadre.
* Non ridicolizzate, non umiliate, non criticate e non sgridate i ragazzi per aver fatto un errore o per aver perso una partita.
* Non enfatizzate la vittoria a tutti i costi.
* Non forzate un bambino riluttante a giocare a calcio. Se il bambino avrà voglia di giocare, Io farà al momento giusto per lui, anche grazie al vostro incoraggiamento.
* Sostenete tutti gli sforzi tesi a eliminare ogni violenza verbale o fisica dal calcio.
* Da spettatori non usate un linguaggio irriverente e non infastidite l’Arbitro, l’Allenatore o i giocatori sia della Squadra dei vostri figli che degli avversari.
* Non mettete mai in dubbio pubblicamente le decisioni deII’Arbitro e la sua onestà. L’Arbitro sbaglia come i giocatori e gli allenatori. Anche se protestate lui non cambierà le sue decisioni e continuerà a fare l’arbitro proprio perché è il suo ruolo e non è disonesto. Darete solo ai vostri figli un insegnamento sbagliato e fornirete Ioro un alibi che non deve esistere.
* Identificate e riconoscete le qualità del calcio e sostenete i suoi valori.
* Comprendete il valore e l’importanza di uno sport di Squadra.
* I bambini giocano a calcio per il Ioro divertimento; devono rendere fieri prima di tutto se stessi condividendo la Ioro gioia con i compagni e con voi. È importante non dare Ioro il carico di dovervi rendere fieri di Ioro.

PER GLI ALLENATORI

* Ricordate che in quanto allenatori di una Squadra di bimbi o ragazzi, soprattutto nella Scuola Calcio agite in vece dei genitori e questo rende il vostro impegno e le vostre attenzioni più onerosi di quelli di un Allenatore di una Squadra di adulti.
* Il ruolo deII’AIIenatore non esula dal ruolo di educatore; siete un punto di riferimento per i giovani atleti, tirate fuori il meglio da ciascuno di Ioro, non insegnate solo la tecnica e la tattica ma anche il valore del gruppo, la fiducia nel compagno e la fiducia in sé stessi.

Insegnate Ioro a non mollare mai, l’atteggiamento degli atleti in campo è parte del merito del risultato. Conduceteli e accompagnateli ad acquisire i sani principi che da sempre l’Audace insegna.
* Siate d’esempio — i giovani hanno bisogno di un Allenatore che rispettano.
* Siate generosi con le lodi quando sono meritate. Non ridicolizzate e non sgridate i giocatori perché hanno fatto degli errori o hanno perso una partita.
* Insegnate ai vostri giocatori che le regole del gioco e della Squadra sono un accordo comune che nessuno può eludere o infrangere.
* Siate rigorosi e coerenti nel richiedere il rispetto delle regole e non derogate mai da esse, nei confronti di nessuno. Diversamente perdereste la credibilità da parte dei vostri giocatori.
* Siate ragionevoli nelle vostre richieste riguardo il tempo, l’energia e l’entusiasmo dei giocatori.
* Ricordate che i giovani atleti giocano per il piacere e per il divertimento e che giocare al gioco del calcio e acquisire delle competenze hanno la priorità sulla competizione .
* Vincere non è il solo obiettivo. Dovete insegnare a raggiungerlo attraverso il gioco e con determinazione nei confronti dell’avversario.
* Sviluppate nei giocatori e nella Squadra il rispetto per l’abilità degli avversari, come pure per le decisioni deII’Arbitro e per gli allenatori degli avversari.
* Insistete sul “fair play” e sul gioco disciplinato. Non tollerate il gioco sporco, la rissa o il linguaggio volgare. I vostri giocatori dovranno sapere essere determinati nei confronti degli avversari, non di nemici. Siate pronti a far uscire un giocatore che commette infrazioni.
* Ponete degli obiettivi realistici alla Squadra e ai singoli giocatori. E non assecondate le aspettative e ambizioni ma programmate un’attività coerente con la fascia di età a cui vi rivolgete e alle caratteristiche degli atleti.
* Create un ambiente sicuro e piacevole nel quale allenare e giocare.
* Non sovraccaricate i giocatori più giovani con troppe informazioni.
* Deve essere per voi un impegno personale tenersi informati su solidi principi e metodi di allenamento, e sui principi della crescita e dello sviluppo dei giovani.
* Non criticate mai l’Arbitro durante o dopo una partita davanti ai giocatori o agli spettatori.
* Ringraziate sempre l’Arbitro e se ha preso delle decisioni che richiedono una chiarificazione, lasciate che siano il capitano o il dirigente a chiedere spiegazione, al termine della partita.

* Non discutete mai della partita con i genitori o il pubblico. I vostri interlocutori sono i giocatori.
* Prima di fare tornare in campo un giocatore infortunato verificate sempre con il supporto del fisioterapista e del medico se ci sono i presupposti perché Io faccia in condizioni di tutela della sua salute.
* Assicuratevi che le attrezzature opportune siano sempre disponibili.

PER GLI SPETTATORI

* Ricordate che per quanto i giovani possono giocare un calcio organizzato, non sono dei “giocatori internazionali in miniatura” e quindi quando seguite la partita fatelo con questa consapevolezza. Gli atleti in campo devono ascoltare solo le indicazioni di Allenatori, Arbitro e compagni. E’ opportuno che siate consapevoli che i calciatori in campo vi vedono e vi sentono e vanno preservati da distrazioni e da manifestazioni si dissenso o incitazione “fuori dalle righe”.
* Applaudite il bel gioco sia della Squadra avversaria che della vostra.
* Dimostrate rispetto per gli avversari della vostra Squadra. Senza di Ioro non potrebbe svolgersi la partita.
* Condannate l’uso della violenza in tutte le sue forme e a ogni occasione.
* Gli abusi verbali nei confronti dei giocatori, degli allenatori, dei dirigenti o deII’Arbitro non possono essere accettati in alcun modo e non saranno tollerati.
* I giocatori e l’Arbitro non possono essere il bersaglio di un comportamento ignorante.
* Incoraggiate i giovani giocatori a giocare secondo le regole.

U.S. Audace A.S.D.